….BENTORNATA…

 
 
  " Il tuo spirito aleggiava tra di noi…Bentornata ! "
 
 
 
  Scherza prendendomi in giro, il mio Prof del Corso di pittura….Sono rientrata nei ranghi dopo oltre un anno di assenza e abbraccio i colleghi veterani, saluto quelli che non conosco e mi piazzo felice davanti al cavalletto.
La mia mano scorre rapida e leggera tracciando linee e contrasti, e un benessere silenzioso mi invade penetrando dentro come l’aria fresca nei polmoni.
Nessuna traccia del batticuore maligno ,che fino all’anno scorso ancora mi chiudeva la gola quando iniziavo a disegnare….
Ero riuscita a capirne le motivazioni antiche e profonde, ma c’è voluto ancora altro tempo prima che sparisse.
 E’  SPARITO.
ORA.
Ti svegli un giorno e capisci di colpo che qualcosa è sparito…Non accade sempre per tutte le cose dolorose ( magari !) ma qualche volta succede.
E ho ritrovato il piacere intimo di esprimermi dipingendo. Un piacere dolcissimo quello di spalmare le crete colorate sulle tele e sui cartoncini…. I polpastrelli diventano il prolungamento dell’anima e tu  OSI  esternare quello che hai dentro.
Tutti i sogni, il tuo modo di vedere il mondo, le sue forme e i suoi colori, le sfumature e i tratti netti e decisi, l’intensità di un rosso che vibra, di un verde che languisce, di un bianco che esplode, di un nero in cui ti tuffi senza paura, perchè ora  lo SAI, che non è altro che la somma di tutti i colori !!!
….I  COLORI …..
 
Bentornata.
Ieri sono andata nel negozio in cui tantissimi anni fa compravo tele e colori.
Ho scelto con calma ciò che mi occorreva e dopo gli acquisti sono uscita contenta e serena.
Per un attimo ( solo per un attimo) ho ripensato al turbamento che avevo provato a maggio ’07 vivendo la stessa situazione.
Avevo fatto tutta la strada per tornare a casa da quel negozio, piangendo senza capirne i motivi.
Quei motivi che a poco a poco, analizzando il passato sono in seguito emersi.
Ma a quell’epoca stavo vivendo un periodo privo di punti di riferimento ,e denso di interrogativi senza risposte.
Arrivata a casa ancora in lacrime, avevo gettato in un angolo il pacco con gli acquisti, e non lo avevo mai più aperto.
L’ho aperto ieri.
C’è voluto molto tempo, lo so, due anni e mezzo…
L’ho aperto ieri, e contemporaneamente,come se fosse un gesto simbolico ,mi sono  finalmente ACCETTATA.
 
Non sono felice, ma mi sento sulla strada della serenità…..Ora so , che se io sono così non ci posso fare niente, e ho deciso di accettarmi.
Se non lo fanno gli altri, almeno posso farlo io..Se non lo faccio io ,forse gli altri non lo faranno mai…
Scappate pure da me ! Non posso impedirlo.
Accetto me stessa con tutti i miei difetti, il caratteraccio,l’eccesso di personalità, il timore che le persone fragili provano nei miei confronti….
Adesso so di non averne colpa,così mi accetto.
Cerco di essere gentile e mi accetto.
Pago le conseguenze del mio modo di essere e mi accetto…perchè ho ancora un pezzo di strada da fare con me stessa, e di dolore ce n’è sempre tanto che ci arriva addosso da solo, senza bisogno che ce ne cerchiamo dell’altro !!!
 
Non è così  FRANCESCO ???
Non fosti tu a dirmi tempo fa : " Scusami se sono fuggito in quel modo….Ma ho capito che stavo così bene con te, che mi sono spaventato….".
 
E tu LUCA ??
Non fosti tu a dirmi prima di sparire:
"Lo so, lo sento, che tu potresti farmi molto, molto male….."
 
COSI’  SIA.
 
Le citazioni non sono esaustive, mancano quelle di  qualcuno che forse mi aveva scambiata per la Maga Circe, ovviamente mancano quelle della persona più significativa in merito….
 
Ma non voglio colpevolizzare nessuno !! Non ne ho nessuna intenzione, ognuno è come è e non me la sento affatto di giudicare gli altri.
Oggi meno che mai! Perchè ora che mi sono accettata sono anche più tollerante verso gli altri.
Certo, le mie notti saranno ancora cupe, e non ritroverò facilmente il piacere antico di essere a tu per tu con  ME  STESSA…..Quella gioia serena della solitudine, che ho perso un paio d’anni fa e che rimpiango.
 
Forse però la scintilla che ho dentro si accenderà di speranza…..Forse.
 
E il cuore riprende a battere forte forte, togliendomi il respiro.
 
 
V vvvvvvvvvvvvvv
 
 
 
 
 
  
Annunci

ALDA

 
 
 " Sei nata il primo giorno di primavera di tanti anni fa.
  Ti sei spenta ieri, in un giorno d’autunno che soffoca in gola a tutti,la voglia di vivere.
E’ per te, ALDA, che provo oggi a mettere assieme quattro frasi per ricordarti, io che avevo smesso di scrivere perchè non riuscivo più a trovare le parole per esprimermi, per graffiare il vuoto.
Debbo dirti grazie anche per questo.
Tu che hai saputo sublimare il dolore con quel misto di ingenuità e grande sapienza, tu che hai gettato generosamente il tuo sguardo acutissimo sulle cose del mondo, tu che non hai perso MAi freschezza e giovinezza….
 hai regalato al mondo il tuo mondo, tradotto in versi tormentati limpidi e preziosi .GRAZIE,  ALDA  MERINI, tra aforismi e magie, tra arte e lucida follia hai cantato il dolore degli esclusi."
 
  V vvvvvvvvvvvvvv