L’ INTOLLERANZA….e L’ AUTOSTIMA

 
 
    L ‘ INTOLLERANZA.
 
 
Ritratto psicologico della persona intollerante:
 
 -L’intollerante è uno psicopatico con tendenze schizofreniche di tipo
  esaltativo.
   Di solito è spinto ad agire da una sorta di fanatismo religioso e morale che nasconde la sua completa amoralità, e che interviene quando il  PROPRIO comportamento è censurabile.
 
– L’intollerante odia e disprezza negli altri i PROPRI difetti ( la slealtà, la falsità, la doppiezza ecc.) Li vede negli altri ma sono in sè stesso.
 
– L’intollerante non percepisce MAI i propri difetti o le proprie mancanze  SE  NON attraverso quelli che pensa siano i comportamenti censurabili degli altri.
 Mette in moto allora comportamenti violenti e giudizi morali che tendono a distruggere gli altri e MAI a rimettere in discussione
 se stessi.
 
– L’intollerante inquina violentemente l’ambiente psicologico di chi ha la disgrazia di entrare in contatto con lui.
 
 
 CONSIGLIO  VIVISSIMO per chi  (come me) ha avuto la disgrazia di incontrare una persona intollerante : il comportamento giusto è:
 "diventare sanamente intolleranti all’intolleranza"
 
 
  
  VAI   ALL’  INFERNO  E  RESTACI !
 
 
 SPARISCI  PER  SEMPRE  DAL
 
  MIO  ORIZZONTE  !!!!!!!!!!!!!!!!!
 
 
In persone come queste la memoria funziona a senso unico, si scordano delle cattiverie che hanno fatto, della slealtà e della falsità che hanno dimostrato, e si ricordano di quelli che pensano siano difetti degli altri!! Troppo comodo così !!!
 Anche perchè spesso il comportamento degli altri è originato dal loro.
 Si dovrebbero  VERGOGNARE di quello che hanno fatto e invece
 sono le persone più intolleranti verso tutti!
 A questo tipo di vergogna poi, dovrebbero aggiungere la vergogna di non essere capaci di vivere con coraggio i propri sentimenti.
 Perchè è proprio per questo che hanno bisogno di criminalizzare
 e di disprezzare chi li mette di fronte a se stessi e al loro basso profilo psicologico e morale.
 Sono solo delle povere creature, da cui però conviene fuggire.
 Certo però che se uno ci riflette bene…
Ma come si fa ? Fino a che punto può spingersi la presunzione e l’egocentrismo! Mi chiedo come fanno persone piene di difetti, sleali, dedite in modo "congenito" agli inganni e ai soprusi ai propri partners  (e non solo), come fanno, dico io, a ergersi a "giudici
 di moralità" verso gli altri, a " sputare  sentenze" a disprezzare
 ed ad accusare di falsità e immoralità altre persone e a non essere capaci di considerare i propri difetti !!!
Ragazzi che fatica!!!  BASTA  COSI’.
 
 
  L ‘  AUTOSTIMA
 
 
Gli intolleranti mirano a distruggere l’autostima degli altri.
Se incontrano una persona fragile il danno è enorme, con persone
 dalla personalità ben strutturata il discorso è diverso,il danno
 diventa reversibile.
 Io oggi ho voglia di coccolarmi molto….
 Ho già preso il mio primo caffè, bagno caldo con aromi di violetta
 al posto della solita doccia, ecc…..
 Poi mi massaggerò a lungo con creme profumate. I miei muscoli
 sono agili, tonici e scattanti perchè faccio molta attività fisica,
 dimostro  molti meno anni di quelli che ho, ho una
 pelle senza rughe, e una silhouette gradevole. E poi,so vestirmi con gusto, e ho una mente rapida ed efficace.
 Ecco, e alla faccia di chi vorrebbe vedermi morta ( !!!!)
 vivo nel presente…che è l’unica dimensione possibile .
 
 
Annunci

MANICHE ARROTOLATE

 
  BUONGIORNO !!!
 
  Otto ore di sano riposo, sonno ristoratore. Era da un pò di tempo che non riposavo più in modo così rilassato. Coraggio, rimbocchiamoci le maniche perchè questa sarà una settimana molto piena.
 E’ da stamane alle sette che tra scope, stracci e ramazze ho iniziato a pulire a fondo la casa e il terrazzo.
 Occupazione insolita?? Beh, debbo dire che è un’attività che non mi entusiasma troppo, e poi,
 con queste mani sottili e fragili che ho (….) non mi riesce molto bene come altre cose…
 Sono già uscita per le solite commissioni e oggi pomeriggio ho degli appuntamenti importanti.
 Voglio salutare Caterina, ciao tesoro, già al lavoro con i tuoi piccoli pazienti?
 Hai visto il mio terrazzo traboccante di fiori l’altro giorno e hai detto . " Qualsiasi cosa fai ti riesce bene !"-  Anche se non è la prima volta che qualcuno me lo dice, detto da te ha un
 significato particolare… Ma fosse vero almeno !!  E’ una vita che mi dò il martello sulle dita ogni volta che tento di piantare un chiodo. No, non voglio chiedere aiuto agli uomini !!!!  Cerco sempre
 di farcela da sola, l’unico problema sono le mie manine da artista….
 Però durante i lunghi anni di vita solitaria ho imparato molte cose. Per esempio so riparare
 gli impianti elettrici e allungare i fili… Con la chiave inglese però me la cavo male, ma piuttosto che chiedere aiuto, pago qualcuno e via !
  Domani è l’ultimo giorno del corso di disegno, ho già incorniciato i quadri che sono stati scelti per la Mostra. Giovedì alle 9 di mattina sono dal mio dentista…. a mezzogiorno sarò all’aeroporto
 perchè arriva Diego ( sono strafelice !!!!) , alle due del pomeriggio sarò in Ospedale per una
 radiografia ai polmoni, alle diciotto e fino alle venti al corso di Scrittura Creativa, (L’ultimo giorno dell’anno didattico ). Poi, alle 20, tutti a casa mia ( Prof. e colleghi di corso) per un Party
 sul mio terrazzo ( Speriamo che non piova!).
 Avrò molte cose da fare con Diego, e voglio anche parlare a lungo con lui…. Ma la massima goduria sarà la preparazione del viaggio in Sicilia!! Partiremo il 30 e torneremo il 4 di giugno…..
 Coraggio !
 Buona settimana a tutti !!!!

….MA QUANTE COSE GLI UOMINI NON DICONO !…

 
 
 ….-" Lui non te l’ha detto mai mamma, ma a me sì. Non è vero che non ti voleva bene, il nonno ti adorava. Era così orgoglioso di te, della tua intelligenza, della tua grinta, ne parlava con tutti di quello che eri riuscita a fare nella vita senza l’aiuto di nessuno !!!…"-
 
E’ mio figlio Diego che mi parla attraverso una mail. Mi sta facendo un regalo d’amore, lui che è sempre di poche parole…Gli avevo spedito uno dei miei ultimi racconti " FESTA  DI  LAUREA ", un racconto pieno di connotazioni autobiografiche, e così aveva voluto rispondermi a modo suo. Lo ha fatto perchè gli avevo trasmesso tra le righe la sensazione
 (ancora a tratti dolorosa) di quello che una bambina è capace di fare per riscattarsi e farsi amare da un padre che la rifiuta.
 Diego ha ragione, ma è solo nei suoi ultimi anni di vita che io e mio padre ci siamo ritrovati, noi che eravamo così simili, noi che ci azzuffavamo con tanta facilità, noi che ci capivamo come nessun altro aveva fatto con ognuno di noi due, perchè disponevamo della stessa intensità di intenti, della stessa passione di vita.
 
 E così, quel figlio maschio che avresti tanto voluto al posto mio papà, alla fine hai smesso di rimpiangerlo…. Sono stata brava ???  Non me l’hai mai detto, ma io ti ho
 perdonato, so che anche tu hai sofferto per non sapermelo dire, perchè siamo tanto simili…… Ti voglio bene…….Se tu sapessi quanto mi manchi !!!…….
 
 …Uomini….
… E tu ? "Brezza marina"  " Folletto notturno"    " Piccolo  genio"  ,piccolo Diego.
 
 Tu mi parli attraverso la musica e spesso mi basta, son lontani i tempi in cui pre-adolescente mi svelavi i segreti del tuo cuore…Ora che sei un uomo non lo fai più…
UOMINI…. con il loro pudore di esternare i sentimenti, con le loro spacconerie, le tenerezze a mezz’aria, i riti del "rivivere i ricordi in ogni dettaglio" , la "repressione strumentale di se stessi", il cercare di "semplificare" e di " voler separare a tutti i costi il corpo dall’anima" spesso senza riuscirci….
 
 Chissà che cosa ricorderai di me un giorno ,piccolo genio ?
 Di quando e quanto abbiamo giocato assieme quando eri piccolo ??
 Di quando dopo una giornata di lavoro ti tenevo sulle mie ginocchia seduta al tavolo della cucina e con i miei libri universitari davanti ???
 Di tanto in tanto mi alzavo con te in braccio per rimestare in qualche pentola, poi tornavo a sedermi e continuavo a studiare mentre tu accarezzavi i bordi dei miei libri, bisbigliando come facevo io per memorizzare i concetti.
 Ti ricorderai di quando questa madre un pò " zingara" tornava da un viaggio di lavoro e tu mi saltavi al collo, e stringendomi forte forte mi dicevi " Sei la mamma più bella del mondo ! "  ?????.
Io ho voluto a tutti i costi che anche tu nella vita VIVESSI  IL  TUO  SOGNO  PIU’
  AUDACE, il tuo unico grande sogno : LA  MUSICA.
 Anche tu sei la prova vivente che i sogni possono diventare realtà…..
 Ho avuto tanta paura, ho tremato dentro a lungo, ti avvertivo pieno di fragilità, temevo che non ce l’avresti fatta, e invece no !!!!
 
E’ stata Giulia, la mia amica Giulia qualche anno fa ad aprirmi gli occhi ! ( Dove sei
 Giulia ! Mi manchi tanto, torna a Roma, che ci fai in Spagna!!).
Mi diceva -" Enza, come fai a non accorgerti che Diego ha la stessa grinta che hai tu ??? Non è vero che somiglia a suo padre, ne ha solo il talento !, lui somiglia a te, dagli tempo ! E’ disorientato, ha sofferto molto per suo padre, vedrai che al momento giusto saprà prender in mano la sua vita e spiccherà il volo !!"-.
  Così mi diceva Giulia e così è stato.
 Ti rivedrò tra due settimane, verrai a Roma a fare un concerto, poi, dopo qualche giorno tornerai a Parigi a farne degli altri, non vedo l’ora  di sedermi accanto a te e di parlarti di me…è l’unico modo per far aprire un pò gli uomini alle confidenze, e tu non fai eccezione…..
 
– Sei l’uomo più importante della mia vita.
– SEI  LA  LUCCIOLA  CHE  RISCHIARA  IL  MIO  CUORE  VOLANDOGLI  ATTORNO !!!!

FIESTA

 PRIMO  MAGGIO
 
 Primo maggio 2008. Ho appuntamento con Anna a Piazza Re di Roma, ci veniamo incontro da lontano festose e allegre, in mezzo ad una umanità allegra e festosa. E’ un pò di tempo che non ci vediamo, ci abbracciamo, poi una rapida esplorazione per vedere i cambiamenti…solito stile casual, lei in jeans e maglietta, io con un completino facile facile pieno di  FIORI, e le solite scarpette ballerine. Sole splendente, ponentino in azione,
 e viaaa, verso Piazza San Giovanni, a un passo da casa mia, correndo confuse in mezzo
 ad una folla di giovani allegri e gentili.
La piazza è piena, la musica è in piena azione, pensiamo di essere invisibili, e invece ogni volta che ci muoviamo da un punto all’altro, gruppi di ragazzi che non conosciamo ci salutano
 con entusiasmo, sorpresa e simpatia.
-" Belle signore, siete quì per ballare con noi ???"-
-" Certo !"- Rispondo io che sono la più sfacciata.
-" Che meraviglia !!!"-
Così ci siamo divertite tantissimo, cantando  a squarciagola e ballando di volta in volta
 con gruppetti di ragazzi e ragazze bellissimi e simpaticissimi !!! Ci hanno fatto moltissime foto, i ragazzi facevano a gara ad alternarsi. Splendida giornata davvero.
Io e Anna ci siamo comprate delle magliettine nere con una scritta in rosso che dice
 così : " LE  BRAVE  RAGAZZE  VANNO  IN  PARADISO ,  QUELLE  CATTIVE  VANNO
  DAPPERTUTTO ". Ho pensato proprio che non avrei potuto fare a meno di indossarla !!!!!.
 
…MMMHHHH…cattive ragazze…..a proposito….
 
 " COMUNQUE  BELLA  (  BAttisti / Mogol)
 
  Tu vestita di fiori
 e di fari in città,
 con la nebbia e i colori
 cogliere le rose a piedi nudi e poi
 con la sciarpa stretta al collo bianca come mai
 ma….eri bella, bella,
 comunque bella.
 Quando l’arcobaleno
 era in fondo ai tuoi occhi
 quando sotto al tuo seno
 l’ira avvelenava il cuore tuo perchè
 tu vedevi un’altra donna avvicinarsi a me
 prima ancora che io capissi e riscegliessi te,
 tu…eri bella, bella.
  comunque bella.
 Anche quando un mattino tornasti vestita di pioggia,
  con lo sguardo stravolto da una notte d’amore..
  "Siediti quì",
 "Non ti chiedo perdono perchè tu sei un uomo".
 Coi capelli bagnati,
 " So che capirai ",
 Con quei segni sul viso,
 " Mi spiace da morire sai ",
 Coi tuoi occhi arrossati,
 mentre tu mentivi e mi dicevi che
 ancora più di prima tu amavi me,
 tu… eri bella, bella,
 comunque bella, ".
 
 
DONNAIOLI  E  " UOMAIOLE "
 
Sì, questo è un sassolino nella scarpa che mi voglio levare.
Perchè mai, se un uomo "corre la cavallina" viene chiamato DONNAIOLO, e se invece una donna fa le stesse
 cose viene chiamata….in un altro modo ?????
Le responsabilità di scelta, e l’accettazione delle conseguenze non sono forse le stesse ???
E’ una domanda ovviamente retorica, e soprattutto un pò astratta per ciò che mi riguarda ( quasi sempre almeno..), ma io sono fatta
 così, sono quella delle " battaglie idealistiche", ed è per questo che rivendico a nome delle " cattive ragazze" l’adozione del termine " UOMAIOLE" !!!.Commentate prego, commentate…….
 
 
 

SENTIRSI VIVI

 
…."…Perchè  LA  VITA non è "quel che hai", le persone che credi di "possedere",
 i luoghi che conosci, o le cose che devi fare.  NO !
La vita è  QUELLO  CHE  IMMAGINI ! QUELLO  CHE  CERCHI !
 
QUELLO  CHE  DESIDERI  E  SEMBRA  IRRAGGIUNGIBILE !!!
 
è il  SOGNO  AUDACE che vuoi sognare e realizzare !……..
 
Devi avere solo l’energia e il coraggio per scoprirlo e per andargli dietro…
Solo allora ti sentirai  VIVO , e sarà come quando ti stai preparando per un " meeting ad alto voltaggio" con qualcuno che ti intriga tantissimo !!!!
E guardi l’orologio e ti manca il respiro, i battiti accelerano, e l’ IMMAGINAZIONE
 si accende……
E corri verso il luogo dell’incontro con il cuore in gola e i sensi incendiati….."
 
 
 
     " TI  LASCIO  UNA  CANZONE" ( Gino Paoli)
 
 
Finito il tempo di cantare insieme
si chiude quì la pagina in comune.
Il mondo si è fermato,
io ora scendo quì,
prosegui tu, ma non ti mando solo.
 
Ti lascio una canzone per coprirti
se avrai freddo.
Ti lascio una canzone da mangiare
se avrai fame.
Ti lascio una canzone da bere
se avrai sete.
Ti lascio una canzone da cantare….
Una canzone che tu potrai cantare
a chi,
 A chi tu amerai dopo di me.
TI  LASCIO  UNA  CANZONE  DA  INDOSSARE
SOPRA IL CUORE
 
Ti lascio una canzone da sognare
quando hai sonno.
Ti lascio una canzone per farti
compagnia.
Ti lascio una canzone da cantare…
 
Una canzone che tu potrai cantare a chi,
A chi tu amerai dopo di me….
A chi non amerai senza di me……"
 
 
 
   " IO  VORREI….NON  VORREI… ( Battisti/ Mogol )
 
 
Dove vai quando poi resti sola
il ricordo come sai non consola.
Quando lei se ne andò per esempio
trasformai la mia casa in un tempio.
E da allora solo oggi non farnetico più
a guarirmi chi fu
ho paura a dirti che sei tu.
Ora noi siamo già più vicini..
Io vorrei..non vorrei..ma se vuoi…
 COME  PUO’  UNO  SCOGLIO
ARGINARE  IL  MARE !
anche se non voglio,
torno già a volare,
Le distese azzurre
e le verdi terre,
 LE  DISCESE  ARDITE
E  LE  RISALITE,
su nel cielo aperto
e poi giù il deserto,
E  POI  ANCORA  IN  ALTO
con un grande salto.
Dove vai quando poi resti sola
senza ali tu lo sai non si vola,
io quel dì mi trovai per esempio
quasi sperso in quel letto così ampio.
Stalattiti sul soffitto i miei giorni con lei
io la morte abbracciai
ho paura a dirti che per te
mi svegliai.
Oramai tra di noi solo un passo
Io vorrei…non vorrei…ma se vuoi….
COME  PUO’  UNO  SCOGLIO
ARGINARE  IL  MARE !
anche se non voglio
torno già a volare.
Le distese azzurre
e le verdi terre
LE  DISCESE  ARDITE
E  LE  RISALITE
su nel cielo aperto
e poi giù il deserto,
e poi ancora in alto
con un  GRANDE  SALTO "
 
 
 
  "EMOZIONI    ( Battisti/ Mogol)
 
 
Seguir con gli occhi un airone sopra il fiume e poi
ritrovarsi a volare
e sdraiarsi felice sopra l’erba
ad ascoltare
un sottile dispiacere.
E di notte
passare con lo sguardo la collina
per scoprire
dove il sole va a dormire.
DOMANDARSI  PERCHE’
QUANDO  CADE  LA  TRISTEZZA
IN  FONDO  AL  CUORE
COME  LA  NEVE  NON  FA  RUMORE
e
guidare come un pazzo a fari spenti
nella notte per vedere
se poi è tanto difficile morire…
E stringere le mani per FERMARE
qualcosa che
è dentro me
ma nella mente tua non c’è.
Capire tu non puoi
tu chiamale se vuoi
EMOZIONI
 
Uscir nella brughiera di mattina
dove non si vede un passo
per ritrovar se stesso.
Parlar del più e del meno
con un pescatore
per ore e ore
PER  NON  SENTIR  CHE  DENTRO
QUALCOSA  MUORE.
E ricoprir di terra una piantina verde
sperando possa
nascere un giorno
UNA  ROSA  ROSSA
E prendere a pugni un uomo
solo perchè è stato
un pò scortese
SAPENDO  CHE  QUEL  CHE  BRUCIA
NON SON  LE  OFFESE
e chiudere gli occhi per  FERMARE
qualcosa che
è dentro me
ma nella mente tua non c’è…
Capire tu non puoi
tu chiamale se vuoi…
EMOZIONI
 
tu chiamale se vuoi…..
emozioni   "