TANTI AUGURI !!

 
Eccolo, il 28 marzo è arrivato, e con lui le telefonate, le mails, i messaggini di chi mi vuole bene…Altri ne arriveranno in giornata
 lo so già… i miei colleghi, i miei giovani ex collaboratori che non dimenticano mai questa scadenza… Ariete ascendente Toro.
Mamma, sei un Leader carismatico!!! Sei una "certezza"Lo dice anche il tuo oroscopo !…. E’ la voce di mio figlio Diego che mi risuona spesso nelle
 orecchie. Diego..è lontano, ma sono sempre più fiera di lui, è più di un anno che vive solo, e ora si sta solidificando, a Parigi
oltre alle solite collaborazioni "gratuite" con le Orchestre,e le lezioni di musica, sta facendo anche molti concerti come solista…e lo pagano!!( uno non si dovrebbe meravigliare, ma oggi è così…).
Suo padre, che era un genio assoluto, diceva che il geniaccio a 360 gradi di Diego era impressionante…..ma forse c’entra anche un pò sua madre??? Chissà ? Ho naturalmente voglia di scherzare.
Suo padre non c’è più, ma so che veglia su di lui dall’ alto……quanto a me, io non lo abbandonerò mai, così come non ho mai abbandonato neanche  persone che sono state importanti nella mia vita e che hanno avuto bisogno di me, pur essendone uscite.
Allegria!!! Anche se il tempo mi ha fatto un dispetto e oggi piove, io non ho intenzione di lasciarmi impressionare, perchè vedo il sole al di la delle nuvole!!! E poi, pensa a cosa sarà tra qualche giorno!!! Non mi riconoscerete più!! Farò una trasformazione radicale!!! (PROMETTO PERO’ CHE NON MI FARO’ BIONDA,una che è bruna nell’anima, non si può falsificare solo per cambiare).
Voglio ringraziare il mio dentista..ieri è stato meraviglioso, mi ha confortata e rassicurata…avevo paura, e per me è una cosa insolita…no, non avevo paura..ero letteralmente terrorizzata!! Lui è stato dolcissimo (ma che bel ragazzo per giunta!!) mi ha seguito passo passo e mi ha evitato il dolore in assoluto. Alla fine gli ho regalato un sorriso radioso, ed è stato lui a dirmi che ero stata bravissima…delizioso! Veramente.
Coraggio!!! La giornata sarà lunga….
 
 
Annunci

MA SI’. QUATTRO RISATE SALUTARI !!!

 
Oggi è Pasqua, auguri a tutti! Anche a quelli che sono troppo timidi per lasciare commenti sul blog e preferiscono farlo in altri modi…
Sentitevi liberi di farlo!! Auguri ai credenti, ma anche a chi ( come me ) non ha purtroppo nessun conforto di questo tipo.
Ma come piove!!! Non importa, tanto ormai la Primavera è irreversibile…è dentro di noi, e lo vedremo nei prossimi giorni.
Per farci 4 risate ho scelto alcune lettere divertenti tratte dal libro " CIAO  AMORE  CIAO " di Cecile Slanka (ediz. Kowalski).
Chissà se questa volta scriverete quì i vostri commenti?????
 
" INCANTATA
Lorenzo amore mio,
questa lettera è per dirti che ti lascio. Non so se un giorno mai riuscirò a dimenticare l’incomparabile tessuto della tua pelle, la grazia indimenticabile del tuo sorriso, l’eleganza scultorea del tuo corpo, la genialità delle tue riflessioni, il fascino della tua conversazione e la divina perfezione dei tuoi abbracci……..Ma credo che Federico potrà aiutarmi.
Ilaria  "
 
" LOGICA
Carlo,
quando si ama bisogna andarsene,tu mi ami, tu devi andartene.
Ma se non lo fai tu, lo farò io ( e non significa necessariamente che ti amo).
Luisa  "
 
" GIOCATRICE
Sergio,
scommettiamo che se ti perdo ho tutto da guadagnarci? Addio !
Elena  "
 
" ENIGMATICA
 
Bastardo mio adorato,
indovina chi ti lascia?
Piera o Paola ??
P.  "
 
"160   CARATTERI
Ciao Emilio.
io ti lascio, non credere ke ho conosciuto un altro.non sto kn nessuno. questo ti dà l’idea di quanto ho voglia di lasciarti.cmq ciao:/ carolina  "
 
"  VITTORIOSA
 
Vito,
vai via dalla mia vita!
Vanesio,violento,venale,villano,volubile,verboso,vessatore,veloce ( ma solo nei momenti sbagliati), vanitoso,e visceralmente
vizioso!
io valgo veramente di più!
vattene!
Vincenza  "
 
"  APOCRIFA
 
Oliviero,
siccome mi hai lasciata senza nemmeno degnarti di scrivermi due righe, prendo carta e penna e ci penso io, tanto per cambiare.
" Mia cara Aurelia,
mi manca il coraggio per dirti faccia a faccia che ti lascio.Ma sono un pusillanime travestito da paranoico e non sono mai riuscito a darti fiducia fino in fondo, come non riesco a darla a me stesso.
Solo adesso che ti lascio mi è chiaro fino a che punto ho riversato i torti e le disfunzioni del mio carattere sugli altri e in particolare su di te.
E questa è un’ulteriore riprova non solo di quanto io sia incredibilmente vile ed egocentrico, ma anche stron.o.
Ti chiedo perdono e ti auguro una vita meravigliosa, libera da quel miserabile che sono.
Oliviero  "  "
 
" SADICA
 
Caro Ettore,
so per esperienza che la cosa più dolorosa, quando si viene lasciati, è non comprenderne le ragioni.
Quindi non ti spiegherò le mie.
Matilde  "
 
" ANAFORICA
 
Matteo,
il giorno in cui ti ho conosciuto è stato il giorno più bello della mia vita. Stasera ti lascio. Ed è la sera più bella della mia vita.
Monica  "
 
" LETERA   DAMORE
 
Cuante volte mi ai rimprovato di essere una igniorante, èppoi  per giunta mi inzultavi per che non ti scrivevo mai letere ho biliettini damore.
Ma sai che cè? mi sono stuffata della tua presunzzione e dela tua aria di superiorita.
O deciso che ti lascio, così te ne trovi una inteliggente come a te, pero almeno una letera telo scritta:  cuesta !
Sei contendo ora ?
Lucia  "
 
" GENEROSA
 
Mio adorato,
come vorrei essere con te adesso, per consolarti mentre leggi questa lettera!!
Avrei indossato l’abito rosso che ti piace tanto, avrei adornato la casa di fiori e di candele, avrei trovato mille battute per tirarti sù di morale, e poi ti avrei fatto impazzire come sai tu…….
Peccato che invece io sia lontana e che le nostre seratine siano finite per sempre.
Ti lascio,e ti auguro di trovare un’altra donna piena di energia !!
Olga  "
 
" IN  VOLATA
 
Tullio,
scripta manent. Io no.
Claudia  "
 
" IMPREVEDIBILE
 
Luca,
volevi che la nostra vita fosse piena di esotismo,di fantasia, di emozioni. E io mi sono inventata di tutto per te.
Volevi ogni giorno cose nuove. E io ero pronta a cambiare tutto per te.
Ma oggi mi sento a corto di idee e ho deciso di cambiare uomo.
Alice  "
 
" COMPARATIVA
 
Simone,
sei più carino di Roberto,ma molto meno di Riccardo. Più intelligente di
Fausto, ma molto meno di Giovanni. Sei abbastanza elegante, ma ti manca la classe di Nicola. Sei più simpatico di Michele, ma meno spirituale di Alfonso. Cucini meglio di Renato, ma fai l’amore meno bene di Oscar………..Allora mi chiedo proprio perchè ci tenevi tanto a presentarmi i tuoi amici !!!!
Mi dispiace.
Gaia  "
 
" AMBIVALENTE
 
Boris !
Io ti amo
per il tuo insaziabile desiderio erotico
il tuo spirito fuori dell’ordinario
il tuo humour senza pari
la forza del tuo carattere
la tua incredibile cultura
la tua famiglia non comune………
 
E per  gli stessi motivi ti lascio.
Addio,
Nadia "
 
 
 

LAURA

 
Lunga serata ieri in compagnia di Laura.
Laura, la mia amica di sempre, che c’è sempre anche quando non c’è….
Era un pò di tempo che non ci incontravamo, per questo ho voluto che fossimo da sole. Una bella cenetta in casa, un pò di vino rosso e fiumi di parole….. La musica, il cinema, la carriera, i viaggi, la politica, l’amicizia…….. Ma notavo in lei un’ansia interiore, una voglia di confidarsi più intimamente che traspariva appena, e mentre parlavamo la fissavo negli occhi per cercare di leggere in qualche modo le cose non dette.
-" Ogni tanto mi ricordo di quando cantavi al Folk Studio"- mi diceva -" Con quei capelli corvini lunghissimi, i tuoi foulards di velo rosso, e le minigonne all’inguine. Henry suonava e ti guardava con adorazione…e tu cantavi, e poi cantavate assieme…canto e controcanto…Non volava una mosca."-.
-" Lo sai che non mi ricordavo più?"- rispondevo -" Per noi era un gioco, avevo 20 anni ed era solo un divertimento…Nella vita avevamo altre ambizioni, volevamo fare ben altro..e così è stato."-
Dopo cena ho messo su un pò di musica ( il concerto di Aranjuez per chitarra e Orchestra) ho acceso qualche candela e ho preparato due cognac.
– " Sputa il rospo."- ho detto a Laura porgendole il bicchiere e sedendomi sul divano accanto a lei.
-" Ho accettato il trasferimento a Milano."-
-" Bene" risposi -" Tanto, adesso che mi è tornata la voglia di viaggiare ti verrò a trovare spesso. E’ importante questo cambiamento per la tua carriera."-
Laura annuiva….Ma c’era qualcos’altro.
-" Gianni mi ha piantata."-
-" Bene"- risposi io per sdrammatizzare….-" Lo sai che non era alla tua altezza…Un uomo che non sa apprezzare una donna VERA, si merita di essere preso in giro da qualche "bambolina di cristallo". Magari da qualcuna che sembra tanto celestiale e che sotto sotto ti frega."-
-" Come fai a saperlo?"-
-" Non lo sapevo, ma era altamente probabile visti i limiti psicologici del soggetto in questione…"-
-" Sei sempre stata molto critica con lui."-
-"Certo! Un uomo che è forte solo in apparenza, e che non riesce a stimare fino in fondo una donna intelligente, leale, sincera, intrepida e sensibile come te è un uomo che è destinato ad essere "fregato" nella vita. Brindiamo a questa sacrosanta separazione! Meriti ben altro!!!."-
– " Si è fatto accalappiare da "una" dell’Est Europa…Una con un atteggiamento da santarellina, tutta "colori pastello". Credo che sia una colf ( Lui non ha mai sopportato le donne colte come noi). Mi ha detto che in lei ha trovato la dolcezza che io non ho."-
-" E’ tipico non ti preoccupare, scambia la "diplomazia" per dolcezza, non è riuscito neanche ad immaginare fino a che punto puoi essere dolce tu….. Quella forse non è intelligente,ma è molto probabile che sia furba e calcolatrice, ed è quello che lui si merita,
 l’hai scampata bella credi a me!!.-".
Così a poco a poco ( anche con l’aiuto di un paio di cognac che quando è necessario ci vogliono) sono riuscita a tirar su di morale Laura, a dargli una sferzata di energia, di ottimismo, a farle recuperare l’autostima che una donna meravigliosa, dolce e coraggiosa
 come lei non deve mai perdere!!!
-" Ti ricordi quando dividevamo una stanza in quella pensioncina vicino all’Università??
Stavamo sempre senza una lira, ma preferivamo mangiare due uova fritte in compagnia dei nostri amici piuttosto che uscire con dei tipi pieni di soldi e vuoti di cervello!!!."
La serata è continuata su questo tono, e quando è andata via Laura mi ha abbracciato sussurrandomi piano-" Grazie."-
-" Abbiamo tutta la vita davanti!!"- le ho detto prima che sparisse nell’ascensore, regalandole il mio sorriso più solare. 
 

I MISTERI DELLE EMOZIONI

 
Il Sociologo Francesco Alberoni, nell’introduzione al suo famoso libro "INNAMORAMENTO  E  AMORE" parla dell’innamoramento come della
 "Nascita e sviluppo di una dirompente,lacerante, creativa FORZA  RIVOLUZIONARIA".
Io che ho scoperto negli ultimi tempi di essere estremamente ignorante in materia, ho sentito l’esigenza di concettualizzare meglio i misteri
 delle emozioni che a volte prendono possesso della nostra vita. E ancora una volta mi sono rivolta ai libri….ma non solo…..
Tra i libri letti, "Eros e pathos" di Aldo Carotenuto, "Psicoanalisi dell’amore" di Eric Fromm, sempre di Eric Fromm "L’arte di amare",
infine ho voluto approfondire il metodo originalissimo adottato da Alberoni nello sviluppo di queste tematiche, leggendo dello stesso autore " L’erotismo" e "Sesso e amore".
Come osserva l’autore, è la prima volta, nell’epoca in cui viviamo, che donne e uomini si osservano a fondo per capirsi. E per capire, debbono identificarsi, e cercare ciò che li accomuna, superando le differenze, approfondendo la conoscenza delle differenze stesse tra uomini e donne.
Dice Alberoni "L’innamoramento è l’aprirsi ad una esistenza diversa senza che nulla garantisca che sia realizzabile. E’ un separare ciò che era unito e unire ciò che era diviso.Quando ci innamoriamo,per molto tempo continuiamo a dire a noi stessi di non esserlo.Poi qualcosa ci ritorna in mente…e crea con nostra meraviglia un desiderio…uno struggimento. Ma poi scompare ancora, e noi diciamo a noi stessi che era solo un’infatuazione. Se però quel desiderio riappare, e riappare di nuovo, e ci si impone, allora siamo innamorati."
Ho scelto alcune frasi tratte da "L’erotismo", che voglio trascrivere di seguito.
 
"E’ solo nell’essere umano che ( a determinate condizioni) la sessualità diventando erotismo si trasforma in potenza inquietante che sfida il rischio. Solo nell’essere umano diventa dismisura perchè è alimentata da una inesauribile fantasia, da una continua tendenza a trascendere. La sessualità è solo il terreno in cui si manifesta questa inquietudine trascendente. Il "divino" o il "demoniaco" irrompendo nella sessualità la trasformano in erotismo perchè vi fanno intravedere il meraviglioso.  Lo straordinario,l’emozionante,il sublime,il diverso,lo sconosciuto, la sfida. L’ INQUIETUDINE  DELL’ EROTISMO  E’ L’INQUIETUDINE  DEL  CONOSCERE:
All’improvviso due persone si accorgono di essere attratte. E’ la scoperta inattesa di non aver bisogno di difese, è il nascere spontaneo di una complicità.
Ma il legame amoroso nasce solo da un erotismo fatto di rivelazione. Questo "di più" ci rivela il profondo legame dell’erotismo con il  CONOSCERE. Il "di più" è conoscere aspetti di noi e dell’altro che ci erano ignoti. Ogni incontro è un approfondimento. Solo la conoscenza ha questa possibilità di crescere continuamente, senza esaurirsi…."
"L’innamoramento nasce da una grande spinta vitale e contemporaneamente da un forte senso di disagio e di impotenza.Ci accorgiamo che il mondo è pieno di gente viva, vorremmo essere felici e non lo siamo,Tutto questo avviene perchè stiamo lottando contro i nostri desideri profondi e siamo alla ricerca di ciò che può soddisfarli. Abbiamo l’impressione che si stiano verificando delle circostanze inconsuete. Ci sentiamo vicini ai ribelli…proviamo attrazione per chi ha messo in gioco la sua vita per un ideale. A volte basta una musica per farci piangere. Lo stato nascente dell’amore è una " MORTE / RINASCITA ", nell’innamoramnto viene messo in discussione il significato della vita,che non ci appare più come qualcosa di naturale, ma come  UN’ AVVENTURA in cui siamo stati coinvolti e che possiamo scegliere o rifiutare. Vengono così abbinate con naturalezza categorie che la logica astratta considera incompatibili. Come la libertà e il destino, la pienezza di vita e la vicinanza alla morte, l’altruismo e l’egoismo, la forza e la debolezza, la gioia e l’ansia, il tormento e l’estasi.
E’ un risveglio, e la persona amata è la porta per penetrare in questo nuovo mondo.
L’emozione dell’innamoramento non è idealizzazione, è redenzione, è portare allo scoperto ciò che è nascosto."

UNA PICCOLA PESTE

 
Quando ero bambina saltavo da tutte le parti,ero una piccola peste scatenata,mi arrampicavo,facevo a botte, rompevo le bambole, giocavo a pallone, dicevo parolacce…..
Ero sempre piena di graffi e di lividi e non ricordavo mai come e quando me li ero fatti ( questo mi succede ancora adesso, con l’aggiunta delle scottature del forno e del ferro da stiro…).
Bastava che qualcuno mi dicesse " Ma che bella bambina !" perchè io cominciassi a tirar fuori tutto il mio repertorio di parolacce guardando con aria di sfida.
A volte però mi chiudevo in bagno a piangere per una carezza mancata, per quel mio NON essere per mio padre, il figlio maschio che aveva sempre desiderato.
L’unica tregua che mi concedevo era la lettura. A partire dai 7/8 anni c’erano solo due cose che mi consolavano:
-Andare al Teatro Marcello (abitavamo in zona) per giocare con i gatti del quartiere assieme alla mia amica Nannarella.
-Andare nella biblioteca della scuola a scegliere i libri da leggere.
Ero un topo di biblioteca,leggevo con avidità, ricordavo tutto, mi emozionavo identificandomi con i personaggi fantastici della letteraratura avventurosa per ragazzi, e se a 10 ani qualcuno mi chiedeva " Cosa farai da grande ?" io non avevo dubbi!!!
Rispondevo :" La scrittrice. ".
Il primo "strappo doloroso " avvenne nel periodo dell’adolescenza…Le linee del mio corpo si cominciavano ad addolcire, gli spigoli sparivano,  io sorridevo sempre più spesso, e provavo il desiderio di sciogliere le treccie e di lasciare i capelli liberi sulle spalle….
Sì, c’era qualcosa che iniziava a ribellarsi dentro; diventavo donna e la donna che era in me pretendeva di recuperare lo spazio che gli spettava di diritto, tutta l’intuizione creativa, la dolcezza, il "Sentire nell’aria…" che avevo voluto reprimere per anni.
Cominciai a cercare i mezzi di espressione più idonei, e ne trovai uno potente nella pittura e nel disegno.
Esploravo tutte le tecniche, il carboncino,la tempera, i colori ad olio…..Avevo un certo talento,e passavo ore ed ore a riempire fogli e tele.
Erano tante le cose che sgorgavano e che chiedevano di uscire….Come oggi le parole….
Questo periodo durò qualche anno, fino a che ebbi certezza e stabilità nel mio recupero al "femminile".
Poi,la vita mi ha portato lontano da questo mezzo di espressione…ed è stato solo alla fine di maggio 2007, al ritorno da un viaggio memorabile ( che è stato anche un viaggio dentro di me..) che si è risvegliata la voglia di dipingere…
Allora sono andata di nuovo nello stesso negozio in cui da adolescente compravo tele e colori, e tornando a casa con il pacco degli acquisti ho cominciato a piangere, senza comprenderne il motivo.
E’ stato solo qualche mese dopo che ho capito perchè.
Avevo rivissuto in quei momenti lo strappo doloroso che avevo già provato nell’adolescenza….
Era giunto nuovamente  il momento di recuperare uno spazio dentro di me……
Quel pacco giace ancora in un’angolo della mia stanza….non l’ho mai aperto.
 

IO E LA MUSICA

 
Per me la musica è molto di più di una passione, è una parte di me stessa…e forse più di una semplice parte…
Se vado indietro nella memoria…fino all’infanzia, ricordo i canti di mia madre,mio padre che suonava la tromba…mia sorella e le sue reminiscenze di quando a quattro anni suonava il piano. E poi c’è un ricordo vivissimo…avevo cinque anni e restai qualche tempo ospite di mia zia perchè mia madre era malata. Mia zia viveva alla Garbatella in una casa che nella mia fantasia io associavo
ad un castello incantato…Malgrado le attenzioni affettuose che ricevevo ero triste, e mi facevo coraggio cantando.
C’era una lunga porta/finestra con una inferriata che svelava liberi spazi verdi, io mi ci sedevo davanti, in terra, su un grosso cuscino di seta giallo, e cantavo….
Cantavo per ore, soprattutto davanti all’incendio dei tramonti…e prendevo coraggio.
Quando ero adolescente desideravo tanto  possedere una chitarra per accompagnare i canti e perchè fosse anche per me una compagna fedele.
Mia madre non diceva nè di sì nè di no , rimandava sempre…e forse pensava che la mia  fosse una richiesta bizzarra…
 Che strana figlia stava venendo su!
Poi, quando iniziai a vivere da sola,possedere una chitarra fu uno dei primi desideri che realizzai…il mio amico Claudio mi insegnò molti accordi…ero così felice di potermi esprimere!! Ma naturalmente, fu con Henry che la chitarra e la musica diventarono le emozioni più grandi, ma questa è una lunga storia….
In questo spazio, ho selezionato una lunga serie di canzoni che dall’infanzia fino ad oggi hanno sottolineato degli eventi importanti nella mia vita…è un elenco insufficiente, ho molte altre musiche nel cuore….
Ma voglio spendere qualche parola per parlare anche della Musica Classica. Fare un elenco sarebbe riduttivo per esprimere quello che
 sento..Ci sono stati periodi nella mia vita in cui ascoltavo esclusivamente musica classica…Non ora, ora ascolto di tutto….e la musica non deve mancare mai nella mia vita!
Bach naturalmente…il più grande, la bellezza allo stato puro, l’intreccio del contrappunto, la magia delle fughe! I Concerti Brandeburghesi in primo piano, poi, il resto….E poi Vivaldi, non ci sarebbe mai stato un Bach se non fosse esistito prima un Vivaldi ! Vivaldi, e naturalmente tutto il barocco italiano, con la sua architettura fresca e articolata, ariosa e fuori dal tempo….
C’è stato un periodo in cui detestavo la musica romantica, era un acerbo estremismo naturalmente..ancora oggi mi danno fastidio le sdolcinature del tardo romanticismo, ma ascolto molto volentieri invece gli studi di Chopin, e le musiche di Listz.
In questi ultimi anni apprezzo particolarmente i francesi della fine dell’800, Debussy, Ravel, Cesar Frank…….
Ma l’anima si riempie di bellezza solo se le mie orecchie vengono raggiunte dagli eleganti volteggi mozartiani!!!!
Mozart, sì, proprio lui…Mio figlio Diego che è di poche parole, quando viene a Roma mi parla attraverso Mozart, si mette al piano
e comincia a suonare le musiche che io amo di più….così,mentre mi aggiro per la casa affaccendata, io sorrido dentro di me per il suo regalo d’amore ,e gli lancio un bacio nell’anima….
  
 

UNA SCINTILLA

 Voglio chiudere una lunghissima giornata tutta al femminile con questo intervento….UNA  SCINTILLA.
Sono solo alcune considerazioni che nascono dalla vita vissuta, riflessioni che voglio condividere con voi che leggete, e che forse commenterete…chissà.
Io penso che le donne non invecchiano mai…Sono circondata da donne "vive", "bellissime" a tutte le età..che si aspettano sempre che succeda qualcosa di nuovo….e che non hanno paura del cambiamento.
E’ chiaro che esistono le dovute eccezioni, e non vorrei mai che questi miei pensieri fossero interpretati come emanazione
 di assolutismi o di ideologie che non mi appartengono affatto!
La donna crea la vita  e la sviluppa dentro di sè per regalarla al mondo. Se riesce a dotarsi dell’ambiente e delle circostanze giuste
può  creare molto di più. Oggi può farlo! Io stessa sono riuscita a scoprire ultimamente  in me delle potenzialità
 che non immaginavo nemmeno di possedere ,di cui godere e far godere gli altri!!!
Le donne in genere, conservano sempre una giovinezza interiore a tutte le età, ….come gli uomini quando sono giovani…
Ma a una certa età la maggior parte degli uomini si chiude …Diventano  pessimisti, ripiegati in se stessi,calcolatori, perdono la capacità e la voglia di rimettersi in gioco e in discussione, perdono il coraggio del rischio……Forse è per questo che muoiono prima delle donne…….chissà..
.Io che adoro gli uomini vorrei tanto che arrivati alla soglia degli…anta si riappropriassero
 del VERO gusto dell’avventura, che si riappropriassero della VITA !!!!
Ogni mattina mi sveglio con la consapevolezza di avere una SCINTILLA dentro di me….una scintilla che potrebbe diventare un incendio….oppure no……Ma il solo fatto che esiste una possibilità mi dà la sferzata per vivere!!!!

Voci precedenti più vecchie